Agosto, un mese di duri lavori nell' orto.

Chi possiede un orto sa che agosto è un mese duro: oltre alle regole tradizionali di cui abbiamo parlato (come l' irrigazione continua, per via delle alte temperature) in questa stagione bisogna raccogliere tutti i frutti e le verdure mature e iniziare a buttare le basi per le prime colture autunnali. Il mese più caldo dell' anno coincide con la fine della messa in campo di ortaggi a lungo ciclo, come pomodori, zucche e peperoni, ma è possibile in alcuni casi potare per stimolare un secondo raccolto. E' il caso delle melanzane che se tagliate a 20 cm da terra possono continuare a produrre sino a ottobre-novembre.

La fine del mese di agosto, inoltre, rappresenta il momento perfetto per dedicarsi alla semina di alcuni ortaggi, come spinaci invernali, la cipolla invernale, le cime di rapa e cavolo precoce. Se l' orto si trova in una zona a clima mite anche lattuga, rucola, cicoria, radicchio, prezzemolo necessitano di essere piantate in questo periodo. Oltre a tutto questo è bene iniziare a preparare il terreno per le colture autunnali e invernali, concimando il vostro spazio con humus e materiale organico.

Se avete la possibilità irrigate l' orto con il metodo a scorrimento, ovvero creando della canalette tra le fila dell' orto stesso e facendo scorrere lì l' acqua: questo è il metodo irriguo migliore, evita malattie e non ha limiti temporali (a differenza degli spruzzatori che devono essere usati solo in orari notturni).

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?