23
Agosto
2013

Impianto di irrigazione automatica, scegliere le elettrovalvole

Le prestazioni di un valido impianto di irrigazione automatica sono legate a doppio filo alla qualità delle elettrovalvole. Si tratta di dispositivi in grado di gestire in maniera automatica l’erogazione dell’acqua, aprendone e chiudendone il passaggio attraverso le tubazioni. Il compito di stabilire quando far scorrere l’acqua è affidato al programmatore, mentre l’elettrovalvola deve essere scelta in base alla portata dell’acqua che attraverserà le tubazioni e al loro diametro. Sono tre le sue componenti: il corpo valvola, una membrana in gomma e un solenoide a 9V o 24V, a seconda dell’alimentazione della centralina elettronica programmabile utilizzata (a batteria o a corrente). E’ la membrana, aprendosi e chiudendosi, a gestire il movimento dell’acqua mentre il solenoide agisce dietro un impulso elettrico che provoca una variazione di pressione tra le due camere dell’elettrovalvola, provocando il sollevamento della membrana e il passaggio dell’acqua.

Il consiglio, specialmente nel caso di impianti di grandi dimensioni, è quello di installare un’elettrovalvola a monte dell’impianto in modo tale che in caso di guasto di un’altra elettrovalvola, quella principale possa bloccare l’intero impianto, impedendo sprechi d’acqua. Nel nostro e-shop sono presenti diverse elettrovalvole pensate per l’utilizzo in aree verdi residenziali di piccole e medie dimensioni ma anche per impianti residenziali o per l’irrigazione di aree sportive. Realizzate in Pvc di alta qualità, sono studiate per durare a lungo nel tempo; alcuni modelli sono inoltre dotati di uno speciale filtro collocato sotto la membrana, che garantisce il corretto funzionamento delle valvole anche con acque non del tutto pulite.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?