11
Dicembre
2012

Irrigare in modo intelligente: l’iniziativa Smart Yard nella Napa Valley americana

Tempi di crisi economica, tempi di risparmio. In ogni settore. Ecco che anche in quello dell’irrigazione si fanno passi in avanti per cercare di ridurre gli sprechi. L’ultima invenzione arriva dagli States e in particolare da St. Helena, nel cuore della Napa Valley, la contea americana a nord di San Francisco.

Si tratta di Smart Yard, un programma che si pone l’obiettivo di utilizzare la tecnologia satellitare per monitorare e controllare le condizioni meteo, per valutare la situazione dei terreni e studiare il corretto ciclo di irrigazione di campi e prati a seconda dei risultati ottenuti. L’obiettivo di Smart Yard è quello di ridurre quella fastidiosa percentuale che vede il 70% dell’acqua globale consumata nel mondo dell’agricoltura.

Attualmente il progetto è a spese degli abitanti, che investono circa 15 dollari ogni mese per mantenere attiva questa iniziativa. Tuttavia i vantaggi (anche economici) dovrebbero farsi vedere a breve: statistiche dimostrano che i terreni spesso vengono irrigati dal 30 al 300 per cento in più di quanto necessitano, rendendo i consumi idrici nel settore altissimi.

“L’acqua intelligente”, l’hanno definita. Perché un mondo più sano, più ecologicamente avanzato, più green, più sostenibile e - perché no - più leggero anche per i portafogli si vede anche da queste piccole cose: riducendo consumi e sprechi, laddove è possibile.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?