Le regole per irrigare: quando e quanto

Irrigare

I "profani" del giardino sono soliti non seguire regole: irrigano il proprio spazio verde senza pensarci a diverse ore del giorno. Eppure per avere un manto erboso giusto sarebbe necessaria una certa costanza e soprattutto sarebbe opportuno rispettare alcuni dettami di base. Primo fra tutti quando irrigare. Il momento migliore della giornata è a ridosso dell' alba, o meglio anche un' ora o due ore prima che il sole sorga: l' irrigazione effettuata in questo lasso di tempo permette di prevenire alcune malattie fungine. In ogni modo è bene non irrigare mai durante le ore più calde perché gli sbalzi termici potrebbero danneggiare le piante stesse, senza contare gli sprechi d' acqua causati dall'evaporazione. In piena estate, nella stagione del solleone, la mattina può essere sostituita con la sera: in questo modo le piante hanno tutta la notte per assorbire l' acqua.

Per quanto riguarda la quantità di acqua i tappeti erbosi variano a seconda che abbiate microterme o macroterme: le prime sono le graminacee da tappeto erboso che prediligono climi fresco-umidi, le seconde invece presentano un optimum con temperature tra i 27 e 35 gradi. Le microterme necessitano dunque di una quantità di acqua maggiore rispetto alle altre, più o meno dai 5 ai 7 litri per metro quadro al giorno. Le macroterme, invece, si accontentano di 2-4 litri di acqua al metro quadro al giorno.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?