Irrigazione a goccia

{limage}gocciolatore.jpg{/limage}

Il metodo di irrigazione a goccia, a differenza di quello a pioggia, è una tecnica di microirrigazione o irrigazione localizzata. Entrambi fanno parte del gruppo di metodi irrigui  a "pressione" che differiscono da quelli "gravitazionali" perchè richiedono la presenza di impianti tecnologicamente attrezzati. In questo caso si tratta di valvole, condotte, gocciolatori e microspruzzatori che permettono all' acqua di cadere in getti sottili necessari per bagnare solo una piccola area adiacente alla pianta che si vuole irrigare. Se in principio questo tipo di tecnica irrigua era utilizzata solo per le coltivazioni arboree, oggi sta prendendo piede anche per le coltivazioni industriali e per quelle legate all'orto. Tra i tanti vantaggi di questo metodo ci sono senza ombra di dubbio il risparmio idrico, quello di manodopera e di sistemazione del terreno, perchè non necessita di grande lavoro. Questo sistema prevede due opzioni, ovvero l' utilizzo di gocciolatori on line e in line. I primi sono posti sui tubi sul terreno, i secondi invece sono interni ai tubi di polietilene. Si tratta dell' unico metodo che non ha registrato, secondo i dati del censimento agricolo degli ultimi decenni, alcuna contrazione, configurandosi come quello di maggiore sviluppo in Italia.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?