21
Ottobre
2013

Manutenzione pre-invernale dell’impianto di irrigazione

Terminata l’estate è tempo per piante e giardini di prepararsi ad affrontare il rigido inverno. Ma è anche il momento giusto per dedicare un week end alla manutenzione dell’impianto di irrigazione, per non farsi cogliere impreparati quando, trascorsa la stagione fredda, arriveranno i primi caldi. Ma soprattutto, per mantenere l’impianto in buono stato fino alla prossima primavera. Dal momento che in autunno e inverno le piante non necessitano di un’irrigazione regolare, il periodo immediatamente antecedente il primo gelo è l’occasione migliore per il rituale della chiusura dell’impianto, predisponendolo per i mesi seguenti.

La prima operazione consiste nello svuotamento dell’impianto di irrigazione automatico interrato o esterno, dell’acqua rimasta al suo interno, per evitare che gelando possa rompere le tubazioni. Questa operazione può essere effettuata aprendo la valvola di drenaggio o in alternativa utilizzando aria compressa per soffiare fuori tutta l’acqua rimasta. Analoga procedura va seguita per i tubi pre-forati generalmente utilizzati per irrigare orto, siepi o cespugli.

E’ importante proteggere la centralina elettronica con del materiale isolante o staccandola per conservarla in un luogo asciutto; e spegnere il programmatore, togliendo la batteria o scollegandolo dalla corrente elettrica. I programmatori generalmente conservano le impostazioni in memoria pertanto quando verranno ricollegati riprenderanno a funzionare con timer e impostazioni utilizzate l’estate precedente. Con l’arrivo dei primi caldi, l’impianto di irrigazione sarà come nuovo e non avrà subito usura causata dalle basse temperature invernali.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?