19
Settembre
2010

Manutenzione del tappeto erboso


Operazioni indispensabili per mantenere in ottimo stato il nostro tappeto erboso.

  1. Arieggiatura: operazione necessaria per l' eliminazione del feltro, da compiere almeno 2 volte l' anno, in primavera e autunno. Il feltro ostacola il normale sviluppo dell' erba impedendo l' infiltrazione dell' acqua nel terreno e gli scambi gassosi, favorisce uno sviluppo superficiale dell' apparato radicale e crea un ottimo habitat per lo sviluppo di funghi e patogeni.
  2. Carotatura: questa operazione viene eseguita per ridurre la compattazione del terreno favorendone la circolazione dell' aria e dell' acqua. Nella carotatura viene asportato con una speciale macchina del materiale dal terreno per poi essere reintegrato con un miscuglio di sabbia e terriccio, migliorandone così la sua struttura e favorendo l' allungamento dell' apparato radicale.
  3. Concimazione: un tappeto erboso sottoposto a calpestio e a tagli frequenti necessita per mantenersi fitto, uniforme e di un colore verde brillante di almeno tre concimazioni l' anno. E' molto importante utilizzare concimi specifici e a lenta cessione per tappeti erbosi e non di concimi agricoli.
  4. Diserbo: è consigliabile un primo trattamento ad inizio stagione con l' utilizzo di antigerminanti per le infestanti annuali, seguito da interventi con diserbi selettivi a seconda delle erbe presenti nel tappeto.
  5. Irrigazione: irrigare ad intervalli lunghi somministrando quantità d' acqua maggiori in modo che penetrando in profondità favorisca l' allungamento delle radici. E' consigliabile irrigare al mattino presto o alla sera. E' bene evitare l' irrigazione nelle ore più calde della giornata. L' impianto deve garantire un' ottima distribuzione dell' acqua evitando ad esempio di irrigare troppo in zone d' ombra, poco in zone molto soleggiate o in presenza di pendii.
  6. Taglio: tagliare costantemente e raccogliere completamente l' erba tagliata per evitare l' infeltrimento. Durante l' estate alzare l' altezza del taglio per evitare l' evapotraspirazione. Controllare che il tosaerba abbia lame ben affilate per tagliare l' erba e non per strapparla provocando fenomeni di punte sfilacciate e gialle. L' altezza del taglio va regolata in base alle specie presenti nel miscuglio.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?