Solo tagliare il prato non basta !

{limage}taglio_prato.jpg{/limage}

E' giunto il momento per ripartire con i tagli erba e la cura del prato.


Purtroppo per avere un prato ben curato non è sufficiente un tosaerba ma è indispensabile intervenire con diverse pratiche per ottenere buoni risultati durante tutto l' arco della stagione vegetativa. Una delle prime operazioni da eseguire sicuramente è l' arieggiatura, questa permette di eliminare tutto il feltro ed eventuale muschio presente nel tappeto per far giungere alle piantine nuovamente ossigeno, luce e soprattutto l' acqua.Dopo aver eseguito questa operazione si può intervenire con il primo trattamento antigerminante ( nel caso di necessità si può ripetere a fine giugno ) per la prevenzione delle infestanti graminacee e successivamente con una prima concimazione, preferibilmente con prodotti specifici a lunga durata che favoriscono una crescita sana della piantina e ne rinforzano l' apparato radicale. Nel mese di maggio è possibile intervenire anche sulle infestanti a foglia larga con prodotti selettivi. Per i più esigenti sono inevitabili altri due interventi di concimazione, nei mesi di luglio e di settembre.
Altri aspetti fondamentali per ottenere buoni risultati sono:


  • tagliare di frequente ( 1 volta ogni 10 giorni al massimo ) ed affilare regolarmente la lama del tosaerba
  • non tagliare troppo basso il prato altrimenti si indebolisce degradando velocemente
  • irrigare quando necessario, somministrando volumi di acqua maggiori per far si che l' acqua vada in profondità favorendo l' allungamento delle radici. Il periodo ottimale è al mattino presto o alla sera, evitare le irrigazioni nelle ore più calde della giornata che danneggiano irreversibilmente il prato
  • con impianto di irrigazione suddividere le zone in ombra da quelle al sole in quanto l' eccesso di acqua è dannoso quanto la carenza

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?