04
Febbraio
2014

Sensore pioggia, per un'irrigazione al risparmio

Tra gli accessori che non dovrebbero mai mancare nella progettazione di un buon impianto di irrigazione, vi è sicuramente il sensore pioggia. Sempre più spesso si tende a parlare di risparmio idrico, non solo dal punto di vista del risparmio economico ma anche nell'ottica della tutela di un bene prezioso che non va sprecato. Per fare del bene all'ambiente e ricevere bollette dell'acqua un po' meno care, dotare l'impianto di irrigazione di un sensore pioggia consente, nell'arco dell'intero periodo primaverile, estivo ed autunnale, di beneficiare di un notevole risparmio d'acqua, oltre che di tempo.

Il sensore infatti interrompe automaticamente l'irrigazione nel caso in cui inizi a piovere: in commercio ne esistono diversi modelli, con funzionamento wireless o a cavo; inoltre alcuni sensori pioggia per l'impianto di irrigazione, sono delle vere e proprie centraline meteo, dotate anche di sensori vento e gelo. E' il caso dell'Hunter Mini-Weather Station che in una sola funzionale unità racchiude tre sensori in grado di monitorare non solo la pioggia ma anche vento e temperature rigide, spegnendo il sistema di irrigazione nel caso di condizioni atmosferiche che non ne richiedano il funzionamento.

Le funzioni di questo avanguardistico dispositivo automatico sono diversificate: il sensore della pioggia Mini-Click ferma gli spruzzatori nel caso di precipitazioni ed è programmabile per entrare in funzione in base alla quantità di acqua caduta. Lo spegnimento è automatico anche al di sotto dei 3 gradi, grazie al Freeze Click, mentre il Wind-Click programmabile consente di spegnere gli spruzzatori con un vento tra i 19 e i 56 Km/h. Risparmio di denaro ma di tempo assicurato, poichè non sarà più necessario decidere di giorno in giorno se attivare manualmente o meno gli spruzzatori.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?