23
Luglio
2013

Agosto piovoso? Irrigazione con sensori di pioggia

Ancora pochi giorni alle tanto agognate ferie! Il mese di agosto è ormai alle porte e con esso le prime partenze per vacanze in riva al mare o, più al fresco, in montagna. Se nel mese di luglio le temperature hanno toccato e ampiamente superato i 30 gradi, agosto potrebbe essere, secondo le previsioni, piuttosto ballerino.

L’instabilità interesserà nord Italia e parte del centro nella prima metà del mese e si estenderà gradualmente al centro-sud e Sicilia verso fine agosto.

L’irrigazione di giardini, orti e terrazzi va in ogni caso garantita, in particolare per coloro che si assenteranno da casa per più di una settimana. Le giornate calde non mancheranno e il giardino ne risentirà. Ma per un impianto di irrigazione che, oltre ad innaffiare piante e spazi verdi con regolarità, utilizzi l’acqua con razionalità in periodi climaticamente poco regolari, il consiglio è quello di affidarsi ai sensori di pioggia. In commercio ne esistono vari modelli e fasce di prezzo e rendono l’impianto ancor più funzionale in quanto interrompono il getto d’acqua o l’irrigazione programmata nel caso inizi a piovere.

Oggi i sensori di pioggia sono provvisti di comode centraline e comunicano tra loro tramite un sistema wireless: il sensore lavora come un interruttore interrompendo, nel caso dovesse iniziare a piovere, il circuito che controlla le valvole con solenoide. In questo modo il timer per la programmazione dell’irrigazione avanza ma le valvole non vengono aperte e dunque non viene erogata acqua. L’importante è posizionarlo in luoghi esposti alla pioggia ma non raggiunti dal getto degli irrigatori. E durante le ferie il sistema di irrigazione lavorerà al vostro posto, senza alcuno spreco d’acqua.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?