20
Giugno
2012

I sensori per la pioggia: ideali con il tempo "ballerino"

Utilizzare i sensori pioggia per evitare gli sprechi di acqua.

Irrigare d' estate è importantissimo. Specie quando la colonnina di mercurio si alza e i vostri prati, giardini e orti diventano più secchi. L' estate è la stagione in cui è necessario dare un maggiore apporto idrico ai vostri spazi verdi, ma gli ultimi anni hanno dimostrato - specie in alcune zone d' Italia - che i temporaloni estivi con vere e proprie secchiate d' acqua non sono una rarità.

Ecco perché anche d' estate sono utilissimi i sensori per la pioggia. A cosa servono ? Sono dei sensori da unire al vostro impianto di irrigazione che evitano inutili sprechi d' acqua, fermandosi e stoppando il proprio getto quando comincia a piovere. Sul mercato esistono diversi modelli, a seconda delle esigenze e del prezzo. Alcuni esempi economici e di buona qualità sono rappresentati dal sensore Hunter Mini Clik o il sensore della Orbit, entrambi con attivazione automatica che risponde alla quantità di acqua impostata e entrambi acquistabili a circa 30 euro. Di medio costo (meno di 100 euro) c' è il Solar Sync "Solo" da utilizzare con centralina Hunter X-Core: questo particolare sensore possiede la funzione "Quick Response" che identifica i temporali passeggeri. O ancora il Sensore Hunter wifi, che comunica con la centralina via wireless. Per i professionisti, invece, c' è il Pioggia-Vento-Gelo Hunter, una vera chicca per chi vuole irrigare senza problemi.


Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?