21
Maggio
2014

Irrigare i pomodori, consigli per una corretta irrigazione

La pianta di pomodoro, che in molti coltivano nel proprio orto di casa, richiede irrigazioni costanti per un sostanzioso apporto idrico ma allo stesso tempo sono necessarie alcune accortezze per non rischiare di creare seri problemi alle piante.

Anzitutto nel periodo estivo è bene evitare di irrigare nelle ore troppo calde premurandosi di non irrigare mai sulle foglie per evitare di 'bruciare' la pianta.

Il getto d'acqua dunque non deve essere eccessivamente forte, da un lato per evitare che gli schizzi raggiungano le foglie, dall'altro perchè altrimenti non penetrerebbe nel terreno limitandosi a bagnare la superficie. Altro importante aspetto legato all'irrigazione dei pomodori è la regolarità: è sconsigliato abbondare un giorno e non irrigare il successivo, meglio optare per un'innaffiatura costante, specialmente nel periodo antecedente la formazione dei frutti, periodo nel quale bisogna utilizzare modeste quantità di acqua, per poi aumentare il dosaggio dopo la crescita dei frutti. Un'irrigazione discontinua modifica i livelli di umidità del terreno e può rovinare i pomodori: è fondamentale garantire un regolare apporto idrico in fase di maturazione, per mantenere il terreno umido.

L'impianto di microirrigazione a goccia è certamente il sistema più adatto per supportare le diverse fasi di crescita della pianta, con il corretto apporto idrico ovvero una somministrazione di acqua commisurata alle specifiche esigenze e soprattutto senza sprechi. Il terreno sarà così sempre ben ossigenato e umido, favorendo un corretto sviluppo delle piante di pomodori. Con una centralina ad hoc, sarà possibile programmare orari ed intensità dell'irrigazione, sfruttando una ricca varietà di possibili soluzioni, per una crescita sana dei pomodori.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?