05
Maggio
2014

Irrigazione di fiori e piante, tutti i segreti

Irrigare piante e fiori è molto diverso rispetto a una più semplice irrigazione di un uniforme giardino. Questo perchè, oltre all'esposizione solare e al clima, bisogna anche tenere in considerazione la specifica tipologia di pianta e conoscere il tipo di apporto idrico che essa richiede.

Vi sono fiori che necessitano di irrigazioni costanti e ricche durante il periodo estivo mentre altri, al contrario, prediligono un quantitativo inferiore di acqua e dunque irrigazioni più dilatate nel tempo.

Vi sono inoltre alcuni accorgimenti che possono influenzare l'efficacia delle irrigazioni; come ad esempio la scelta del terriccio, la cui qualità è fondamentale per garantire un corretto assorbimento dell'acqua; il terriccio ideale dovrebbe essere fresco e particolarmente ricco di sostanze organiche oltre ad avere una consistenza spugnosa e soffice al tatto. Nel caso sia necessario trattenere un maggior quantitativo di acqua e, allo stesso tempo, fare in modo che venga ceduta più lentamente, si può utilizzare la torba mentre per un migliore drenaggio è possibile adoperare la sabbia.

Per quanto riguarda i vasi, è bene affidarsi a modelli particolarmente profondi, in grado cioè di contenere un maggiori quantità di terriccio e, dunque, permettono di trattenere più acqua. L'attivazione dell'impianto di irrigazione invece deve avvenire preferibilmente durante la sera oppure il mattino presto, evitando cioè le ore più calde ed in ogni caso cercando di non bagnare le foglie delle piante che altrimenti rischierebbero di bruciarsi. Un buon sistema di irrigazione a goccia è solitamente l'ideale per piante e fiori, per un'irrigazione accurata, omogenea e costante.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?